Premiazione a Bruxelles

 Il Commissario Europeo allinnovazione premia tre alunni tredicenni

LA CAPOZZI-GALILEI PREMIATA A BRUXELLES!

    I nostri alunni ricevuti dal Commissario Europeo all'Innovazione come vincitori del concorso globale "DigiEduHack 2019"

 image001

Il 21 gennaio il Commissario Europeo all’Innovazione, Mariya Gabriel, ha premiato un team del nostro istituto con il titolo di Ambasciatore dell'educazione digitale nell'UE e un contributo in denaro. La rappresentativa della scuola, ospitata a Bruxelles dalla Commissione Europea per due giorni, ha ricevuto il riconoscimento a coronamento di un percorso culminato con la vittoria del contest globale DigiEduHack, dedicato al tema dell'innovazione nell'istruzione.

Al termine di una selezione tra oltre 1700 partecipanti, da 21 paesi differenti, candidati con oltre 130 soluzioni innovative, il team è stato incluso fra i 10 finalisti, superando il vaglio della giuria internazionale del premio, coordinato dall’università finlandese di Aalto nell’ambito del Piano d’azione per l'istruzione digitale della Commissione Europea (https://ec.europa.eu/education/education-in-the-eu/digital-education-action-plan_it). Degno di nota è il fatto che la Capozzi-Galilei sia stata l’unica scuola italiana a rientrare nel novero dei finalisti, in un concorso che ha visto partecipare soprattutto università ed enti scientifici

Una votazione online, tramite la piattaforma UniteIdeas delle Nazioni Unite, ha infine decretato i tre vincitori: tra questi, l’idea proposta dal team della scuola di Valenzano, composto da tre alunni di terza media (Ilaria Loizzi, Mario Recchia e Jonathan Sisto), due docenti (Margherita Sivo, Gianluca Traversi), un ricercatore (Michelangelo Tricarico), una psicologa (Edivge Zatton), un’operatrice culturale (Rosa Ferro). La proposta vincente è stata quella di una “stanza” virtuale per l’apprendimento della scienza (science escape room): lo studente, muovendosi attraverso un proprio avatar in un ambiente virtuale chiuso, deve riuscire ad evadere raccogliendo indizi, apprendendo e mettendo alla prova conoscenze, scortato lungo il percorso dalle figure di celebri scienziati, ricreati virtualmente per illustrare l’origine delle proprie idee, raccontare le lotte affrontate in difesa della conoscenza, testimoniare l’importanza della scienza e della ricerca.

Il team, che assieme al dirigente scolastico, Donato Mansueto, e alla docente coordinatrice del progetto, Luigia Palumbo,  ha ricevuto il premio a Bruxelles, nell’ambito di una densa giornata interamente dedicata all’iniziativa, regala alla scuola e alla comunità di Valenzano un successo significativo e una rinnovata fiducia in ciò che è possibile realizzare quando le istituzioni scolastiche interagiscono costruttivamente con il territorio e le altre agenzie formative in esso operanti (ricercatori universitari, l’AICA Puglia, educatori resisi spontaneamente disponibili), facendo germogliare i talenti dei più giovani – in questo caso alunni di tredici anni – cui non sempre sono offerte opportunità e strumenti per esprimersi appieno.

 

I NUMERI

Oltre 1700 partecipanti in 21 Paesi - 130 soluzioni innovative per 60 contest di idee - 10 finalisti - 3 vincitori

 

LINK UTILI

Notizie e foto ufficiali sulla premiazione

Annuncio della cerimonia di premiazione

Premiazione in diretta su Twitter

Annuncio dei vincitori

L'idea progettuale della Capozzi-Galilei ammessa alla selezione finale

Homepage del DigiEduHack 2019

 

 

Evento realizzato con il patrocinio di:

 

 

FOTO

image.png

 

Commissario Europeo con la rappresentativa della scuola

rappresentativa della scuola alla premiazione presso la Commissione Europea

rappresentativa scuola alla Commissione Europea Bruxelles

Sei qui: Home OFFERTA FORMATIVA Blog Premiazione a Bruxelles